Tinteggiatura

Gli interni risultano “arredati” a partire dal colore delle pareti, che contribuiscono enormemente a dare carattere all’intera abitazione: tramite colori, effetti o decorazioni, in base al proprio gusto personale, è possibile creare “la scenografia” ideale per il nostro arredamento.

I colori possono svolgere molte funzioni, se abbinati alle pareti di una casa:

  • dare luminosità

  • allargare visivamente lo spazio

  • donare energia

  • rilassare gli occhi e la mente

  • dare un tocco di allegria

  • dare una carica di stile tutto personale all’ambiente

  • permettere di giocare con i colori di arredo e accessori

Prima di scegliere un colore secondo il proprio gusto, il proprio carattere e la propria personalità, è bene anche tenere conto di altri fattori correlati agli ambienti da pitturare, ossia:

  • illuminazione naturale e/o artificiale: Fonti di luce orientate a nord e ad est con aperture aventi dominante di luce riflessa dal cielo e prevalenza di tonalità "fredde" necessitano solitamente di tinte calde.
    Chiaramente entrano in gioco nella scelta della pittura anche elementi relativi all' illuminazione artificiale degli ambienti.
    E' necessario acquisire la consapevolezza del fatto che cambiando la luce che vi si diffonde, qualsiasi spazio può essere completamente modificato. Se ne possono correggere i difetti, o valorizzare le caratteristiche.

  • funzione principale cui sono destinati: La destinazione d'uso della stanza è un altro elemento al quale è necessario stare attenti. Il tempo e la qualità di permanenza sono le chiavi principali per leggere questa variabile.
    Stanze poco usate per la permanenza (ingressi, ripostigli, bagni, camere da letto usate solo per dormire) consentono di adottare colori anche inconsueti; stanze a lunga permanenza (camere da letto, studi, cucine, soggiorni-pranzo, sale d’attesa) richiedono solitamente scelte oculate.

Tinteggiatura

Proprietà dei colori

Vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà dei colori e quali funzioni quindi possono svolgere singolarmente. Per ogni tipo di colore, sappiate che le sfumature più decise sono quelle che denotano un carattere più forte, ma possono stancare più facilmente, mentre le sfumature pastello possono ravvivare l’ambiente senza dare troppo nell’occhio: scegliete quindi per ogni colore le sfumature che più si adattano alla vostra personalità.

 

Bianco

Il bianco è il colore più utilizzato per dipingere le pareti delle case. Le sue proprietà sono note a tutti: dona luminosità, allarga visivamente lo spazio ed è sempre attuale e di classe. Gli svantaggi sono che si sporca facilmente e rischia di diventare impersonale se non lo si abbina a scelte forti nell’arredo e negli accessori dei vari ambienti della casa. Per non scendere nel banale e non sembrare troppo austeri, si consiglia di utilizzare sfumature di bianco come il panna oppure di venare il bianco con tinte pastello molto chiare, come il giallo.

 

Giallo, arancione e rosso

Si tratta di due colori primari (il giallo e il rosso) e del colore secondario che risulta dalla loro unione (l’arancione). Tali colori, in tutte le loro sfumature, più o meno chiare, più o meno intense, più sul rosso o più sul giallo nel caso dell’arancione, sono conosciuti come colori caldi. Sono caldi per evocazione: ricordano il sole, il fuoco, quindi il calore. Ma ricordano quindi anche estate, vacanze. Per questi due motivi, tali colori hanno proprietà energizzanti e di luminosità: danno allegria, forza, voglia di fare, in una parola portano il sole in casa.

 

Blu, viola e verde

Il blu è un colore primario. Gli altri sono due secondari, che derivano appunto dal blu unito con rosso (e si ottiene il viola) e giallo (e si ottiene il verde). Tali colori, comprese tutte le loro sfumature più o meno chiare (che a volte generano veri e propri colori nuovi, come il lilla), sono detti freddi. Anche qui, tali colori sono freddi perché evocano principalmente l’acqua, il mare, i laghi. Sono rilassanti anche per come colpiscono l’iride e conseguentemente il cervello: dato che allargano visivamente gli spazi, tendono a dare una sfumatura di tranquillità alla mente.
Il verde è colore che avrebbe sensibili proprietà riequilibranti, rilassanti e favorirebbe la calma e la riflessione.

 

Rosa e lilla

Il rosa è il rosso unito al bianco, il lilla è un colore secondario, il viola, anch’esso schiarito col bianco. Possono assumere diverse sfumature, che sfociano spesso in colori altri molto diffusi, come il fuxia, il rosa shocking, etc. Tali tinte, nelle sfumature più intense, se utilizzate in casa donano una certa dose di elettricità, oltre a caratterizzare in modo molto forte e personale gli ambienti. Negli altri casi, quando le tinte derivanti da questi colori sono molto delicate e romantiche, riescono a trasmettere sensazioni di intimità e rilassamento.

Tinteggiatura

Ambienti e colori

Proprio per le proprietà dei colori stessi, ogni ambiente della casa può essere dipinto diversamente, a seconda della funzione che ricopre.

 

Cucina

E’ una delle zone giorno più importanti della casa. Spesso le composizioni di mobili ed elettrodomestici in cucina hanno già di per sé colori forti, proprio perché questo ambiente permette di sbizzarrirsi molto con le tinte. Dato appunto che si tratta di una zona giorno, sono consigliati colori caldi ed energizzanti, come giallo, rosso o arancione, magari ben abbinati con altri. Ma possono andar bene anche il blu e le sue sfumature, o il bianco classico, per ampliare visivamente gli spazi. In cucina potete osare, anche con tinte forti e intense.

 

Soggiorno

Continuiamo con le zone adibite a giorno: il soggiorno è dove passiamo il nostro tempo attivo in casa e dove accogliamo gli ospiti. Oltre al bianco, che può adattarsi a ogni ambiente, anche qui sono consigliate tinte calde, magari un poco più soffuse, più “pastello”, per non dare troppo nell’occhio e per renderle più rilassanti.

 

Camere da letto

Negli ambienti notte sono consigliate assolutamente le tinte fredde, per favorire il relax e il riposo. Il blu è il colore della calma, della sensibilità e della profondità interiore. L'esposizione alla luce di colore blu avrebbe un effetto calmante ed è utile in caso d'insonnia, stress, irritabilità, nervosismo.
Per le camerette dei ragazzi, scegliete possibilmente tinte neutre e non legate al sesso dei piccoli (per esempio rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti), e magari rendetele più intense, perché ai bambini le tinte forti piacciono e inducono all’attività e al gioco. Per persone un po’ “lente”, che la mattina si svegliano già assonnate, il consiglio è quello di utilizzare colori caldi anche la zona notte: vi daranno energia già dal mattino.

 

Bagno

Anche nel bagno vi potete sbizzarrire con colori forti, su cui magari giocare con accessori e arredo in tinta sia per colori che per forme. Azzardate dal rosa, al viola, al lilla al blu elettrico. I vari toni dell’azzurro sono molto tipici per il bagno, ma attenzione perché possono dare al locale un aspetto molto “freddo”.

 

Ingresso

Per l’ingresso, spesso senza sbocchi di luce propri, sono consigliati colori che ampliano visivamente lo spazio e la luce. Il bianco è sempre una buona soluzione in questi casi.

 

Zone di servizio

Per sgabuzzini, disimpegni, lavanderie, etc, potete nuovamente sbizzarrirvi: le tinte forti, che a lungo andare potrebbero stancare negli altri ambienti, qua potrebbero invece starci perfettamente, in quanto sono zone che vengono usate di rado rispetto alle altre stanze.

Tinteggiatura

LAVABILI

Le pitture lavabili, nonostante il termine possa trarre in inganno, non è detto che si possano “lavare” nel senso letterale del termine. la lavabilità di una pittura è la resistenza di questo materiale alla abra-sione umida ottenuta mediante apposito strumento normato (colpi di spazzola). Più sono i colpi di spazzola necessari per rimuovere il prodotto, maggiore è il suo grado di lavabilità.la certificazione di lavabilità si ottiene quando il prodotto sottoposto a test supera i 2.000 colpi di spazzola. Il film delle pitture lavabili è infatti più chiuso e compatto di quello ottenuto con le pitture traspiranti.Grazie alla loro bassa presa di sporco sono inoltre indicati per locali a forte traffico quali uffici, scale, corridoi, sale riunioni ecc.supera i 2.000 colpi di spazzola. Il film

delle pitture lavabili è infatti più chiuso e compatto di quello ottenuto con le

pitture traspiranti.

Grazie alla loro bassa presa di sporco sono inoltre indicati per locali a forte traffico quali uffici, scale, corridoi, sale riunioni ecc.

Tinteggiatura

IDROSMALTI

All’interno del mondo dell’edilizia civile ed industriale, stanno da alcuni anni cambiando le abitudini costruttive con il progressivo orientamento all’utilizzo di sistemi a secco che prevedono l’uso di materiali di rapida posa come ad esempio il cartongesso. Il trattamento di finitura di questi materiali richiede l’utilizzo di prodotti specifici che siano in grado di assicurare ottimi risultati su supporti non tradizionali. Contemporaneamente, stanno avendo sempre maggior diffusione le finiture ad idrosmalto. Gli idrosmalti sono delle finiture murali che associano le caratteristiche applicative tipiche delle lavabili di ottima qualità all’aspetto estetico e funzionale degli smalti all’acqua. le superfici trattate con le finiture in idrosmalto risultano totalmente lavabili, tali da essere conformi alle prescrizioni ed alle normative vigenti inerenti il trattamento con materiali lavabili di superfici con specifiche destinazioni d’uso. L’uso degli idrosmalti è indicato sia nel campo delle abitazioni civili quando si vogliano ottenere effetti decorativi di particolare pregio sia nel campo delle costru-zioni pubbliche come scuole, ospedali, sale di aspetto, uffici, ecc. quando sia richiesta praticità d’uso e bassa presa di sporco.

Tinteggiatura

TRASPIRANTI

La traspirabilità di un materiale è la caratteristica che definisce quanta resistenza questo materiale oppone al passaggio di acqua sotto forma di vapore. Più è alta la resistenza minore è la traspirabilità. Più una pittura è traspirante minore è la resistenza che oppone al passaggio del vapor d’acqua.
I prodotti traspiranti sono consigliati in tutti quei locali dove è presente un certo grado di umidità. Prioritariamente vengono utilizzati per la tinteggiatura di soffitti, bagni o cucine. Alcuni di questi sono idonei per essere applicati su intonaci non perfettamente stagionati che devono necessariamente essere pitturati. Le pitture traspiranti sono inoltre molto opache ed in grado di mascherare in parte i difetti degli intonaci garantendo nel contempo ottime coperture. Se correttamente utilizzate (in concomitanza con rivestimenti esterni traspiranti ed idrorepellenti come ad esempi i silossani) sono in grado di contribuire al miglioramento del confort abitativo aiutando il mantenimento delle condizioni di umidità ambientale all’interno dei valori ottimali.

Tinteggiatura

DECORATIVI

Techno Team utilizza linee di prodotti specificatamente studiati per la decorazione d’interni. Offriamo una vasta gamma di finiture ottenibili, caratterizzate da ricercatezza e da un’alta resa estetica: è possibile realizzaew ambienti unici e personalizzati per gli spazi del vostro vivere quotidiano.

Alla tua destra trovi un breve elenco degli effetti decorativi che adottiamo abitualmente: una volta individuato da catalogo il risultato che desideri, prepareremo dei campioni su supporto mobile o sulla parete stessa, in modo da aiutarti nella scelta.


realizzazione siti internet rimini